Melanzane ripiene

IMG_9940flickr

Ho scoperto questa ricetta grazie al fatto che seguo Scatti Golosi, il blog di Teresa De Masi. In quanto follower infatti mi arrivano gli aggiornamenti delle ricette che lei pubblica (o ripropone) nel suo blog e, tra gli altri, anche quello relativo a queste superlative melanzane.

Io sono per i sapori semplici, preferisco di gran lunga i piatti composti di pochi sapori che si completino, o contrastino tra di loro, a seconda del caso…mentre non amo assolutamente le “fiere dei sapori”, in cui uno sovrasta l’altro in una bolgia che li annulla l’un l’altro. Per questo (e per il fatto che le melanzane sono uno dei miei ingredienti preferiti) questa ricetta mi ha tanto colpita. Ed una volta provata la prima volta, non l’ho più abbandonata ed è diventata fedele compagna della mia estate, e – grazie al fatto che (come suggerisce la stessa Teresa) sono più buone fredde che calde – dei pranzi al lavoro di mio marito 🙂

Vi lascio la ricetta, tratta dal blog Scatti Golosi, che trovate qui in originale, che non ho modificato trovandola perfetta così com’è. Continue reading “Melanzane ripiene”

Naked cake alla lavanda, con crema alle pesche gialle e limone

img_9998flickr

Non è un mistero che la pasticceria non è annoverabile tra i miei successi in cucina…mi torna alla mente quando avevo problemi anche con “semplici” ciambelloni della nonna e con una certa nostalgia ricordo un millefoglie che alla fine si era trasformato in uno zuccotto (un giorno vi racconterò questa triste storia). Capite bene dunque il motivo per cui quando nel gruppo MTChallenge si è cominciato a vociferare del primo Master MTC io ho subito “appizzato” le orecchie, e che la mattina delle iscrizioni ero in prima linea per assicurarmi un posto…

Dell’MTC ho già parlato moltissime volte, ripeterò e ribadirò solamente che è quanto di meglio a mio parere una scuola di cucina possa offrire. E questo Master non ha deluso aspettative e programmi. Continue reading “Naked cake alla lavanda, con crema alle pesche gialle e limone”

Cupcake alle fragole

_MG_9553flickr
Non è evidentemente periodo di fragole.
Questa ricetta è rimasta nell’archivio del blog per mesi, in attesa del momento giusto per poterla pubblicare… Perchè purtroppo non sempre è possibile pubblicare quando è “il momento giusto”: magari è “giusto” dal punto di vista della stagione, la primavera inoltrata, quando le fragole compaiono sui banchi dei mercati e con il loro colore, sapore ed odore riempiono le nostre case…ma è “sbagliato” dal punto di vista della persona, perchè c’è sempre qualcosa di più urgente da pubblicare…perchè magari ti manca l’ispirazione per il tanto amato-odiato incipit…fino a che una sera, davanti alla tv, mentre stai dando un’occhiata al blog con tuo figlio che ti dorme accanto sul divano, il momento da “sbagliato” si trasforma quasi per magia in “giusto”, e dopo averci lavorato un pò, ti ritrovi a premere il tasto invio.

Continue reading “Cupcake alle fragole”

Roasted Grape and Rosemary Savory Goat Cheese Mini Tarts – Re-Cake 2.0 #17

IMG_9977flickr

Settembre, ultime scampagnate in montagna o al mare, o semplicemente in città organizzando passeggiate o pic-nic con gli amici.

La natura ci inizia ad offrire un sacco di meravigliosa frutta, e noi di Re-Cake 2.0 siamo rimasti incantati da questo particolare mix di sapori… venite a scoprire la nuova avventura!

Partiamo!

Continue reading “Roasted Grape and Rosemary Savory Goat Cheese Mini Tarts – Re-Cake 2.0 #17”

Arista di maiale al miele e cardamomo

IMG_9956flickr

Io amo l’arista di maiale, la trovo buonissima, facile da cucinare, sempre pronta ad abbinamenti perfetti ed economica (cosa al momento da non sottovalutare). E’ per questo che quando ho ospiti la prediligo ad altri tagli e ad altri tipi di carne, per non parlare del pesce per il quale non nutro molta simpatia.

Così quando quest’anno ci siamo ritrovati a festeggiare il compleanno del pargolo a Roma e non in Grecia come ogni anno, alla fine di una tre giorni di festa (il 14 agosto compleanno di marito e madre della Pagnotta e il 15 agosto ferragosto), ho optato per l’arista di maiale. Alla ricerca di un modo alternativo per cucinarla mi sono imbattuta in questa ricetta di Andrea Zinno, un blogger che ho la fortuna di conoscere anche di persona e che stimo molto, creatore e gestore del blog Tra pignatte e sgommarelli. La sua ricetta è fondamentalmente diversa dalla mia perchè lui vi utilizza un metodo di cottura che al momento non so proprio gestire, ma l’idea di mischiare miele e cardamomo mi è piaciuta molto, per cui praticamente con gli stessi ingredienti ho riadattato la ricetta ad un motodo di cottura più tradizionale. Continue reading “Arista di maiale al miele e cardamomo”

Latti da mangiare 2.0 – il mio menu per la storica fattoria Il Palagiaccio

_MG_9565flickr

E’ insolito che io “infili” due ricette in uno stesso post. Se lo faccio è perché le due ricette sono strettamente correlate (tipo pane e marmellata), questa volta invece se lo faccio è perché le due ricette fanno parte di un menu ideato per un contest.

Mi piace partecipare ai contest, non per il premio in realtà, perché ho una autostima talmente bassa che un argano non riuscirebbe a rialzarla. Mi piace perché mi viene dato un tema, e sono bravissima a seguire temi…soffro di horror vacui di fronte a una sfida troppo aperta, preferisco i paletti…per farvela un po’ più chiara, altrimenti non ci capiamo perché sono anche criptica oltre che con bassa autostima: se mi danno un ambito culinario nel quale muovermi (quindi ingredienti, o tema delle ricette) sono brava a muovermi, se mi danno il cosidetto “tema libero” soffro immensamente…un foglio bianco e nessuna parola con cui iniziare…il dramma di ogni scrittore tradotto in cucina 🙂

Il contest in questione è “Latti da mangiare 2.0” indetto dalla Storica Fattoria Il Palagiaccio: la fattoria è storica sul serio, risale al XIII secolo ed è situata a Scarperia in provincia di Firenze.

Possedimento degli Ubaldini, potente famiglia dell’epoca, citata anche da Dante nella Divina Commedia, il Palagiaccio ospitò nel corso dei secoli molte personalità di rilievo e conserva all’interno delle sue mura, mirabili affreschi ed opere d’arte. Oggi, oltre ad essere un importante centro di produzione lattiero-casearia di alta qualità con il latte del Mugello derivante da bovini di razze selezionate, ospita anche un interessante museo di attrezzi e macchine agricole ed è anche una fattoria didattica.

Per il secondo anno di seguito il Palagiaccio organizza questo contest, attraverso il quale mira a far conoscere la propria produzione casearia inviando direttamente a casa dei partecipanti al contest una selezione dei suoi formaggi più buoni: Gran Mugello, Tartufino del Mugello e Blu Mugello.

Io ho scelto per il mio menu l’abbinamento antipasto e primo piatto, utilizzando nell’antipasto il Gran Mugello Ubaldino e nel primo piatto il Tartufino del Mugello. Continue reading “Latti da mangiare 2.0 – il mio menu per la storica fattoria Il Palagiaccio”