Arista di maiale al miele e cardamomo

Io amo l’arista di maiale, la trovo buonissima, facile da cucinare, sempre pronta ad abbinamenti perfetti ed economica (cosa al momento da non sottovalutare). E’ per questo che quando ho ospiti la prediligo ad altri tagli e ad altri tipi di carne, per non parlare del pesce per il quale non nutro molta simpatia.

Così quando quest’anno ci siamo ritrovati a festeggiare il compleanno del pargolo a Roma e non in Grecia come ogni anno, alla fine di una tre giorni di festa (il 14 agosto compleanno di marito e madre della Pagnotta e il 15 agosto ferragosto), ho optato per l’arista di maiale. Alla ricerca di un modo alternativo per cucinarla mi sono imbattuta in questa ricetta di Andrea Zinno, un blogger che ho la fortuna di conoscere anche di persona e che stimo molto, creatore e gestore del blog Tra pignatte e sgommarelli. La sua ricetta è fondamentalmente diversa dalla mia perchè lui vi utilizza un metodo di cottura che al momento non so proprio gestire, ma l’idea di mischiare miele e cardamomo mi è piaciuta molto, per cui praticamente con gli stessi ingredienti ho riadattato la ricetta ad un motodo di cottura più tradizionale. Continue reading “Arista di maiale al miele e cardamomo”

Baklava Pistachio Sandwich Ice Cream – Re-Cake 2.0 #16

Luglio ha portato grosse novità nella grande famiglia Recake. Abbiamo aperto le porte del bunker a due nuovi membri dello staff, Alessandra e Andrea: ci siamo rese conto che il gruppo sta crescendo moltissimo e per poterlo seguire come merita necessitiamo di aiuto. Ci siamo guardate intorno all’interno del gruppo e la nostra scelta è caduta su Alessandra e Andrea, senza nulla togliere al resto dei componenti del gruppo, tutti uno più bravo degli altri. Con Andrea in particolar modo, abbiamo voluto dare più voce al mondo dei Foodlovers, alle volte un pò astruso per noi che curiamo un blog.  

Per il loro ingresso nel bunker abbiamo pensato ad una preparazione semplice ma d’effetto, fresca ma ricca e golosa….sperando di venire incontro ai gusti e alle esigenze dei più abbiamo scelto per luglio il Baklava Pistachio Sandwich Ice Cream: un gelato…ma non un semplice gelato, ma un cremoso gelato al pistacchio racchiuso tra due “biscotti” di baklava aromatizzati con miele e acqua di fiori d’arancio….una vera delizia!!! Continue reading “Baklava Pistachio Sandwich Ice Cream – Re-Cake 2.0 #16”

Muffin integrali al miele e ciliegie

Vi sembrerò magari monotona….ma è vero che in cucina poco si inventa. E quando trovo una fonte di ispirazione valida, tendo a reiterare il reato 😀

Ok: un incipit un po’ poco comprensibile, ve lo concedo….ma vi sfido a trovare ogni giorno (o quasi) un incipit diverso anche quando l’ispirazione vi abbandona (“capita eh, capita spesso” per citare un cartone caro a mio figlio)…tornando all’argomento: cosa c’entra l’incipit di oggi con i muffin?

C’entra perché questa ricetta l’ho trovata su Piccole Ricette, un app per cellulare che mette in evidenza una ricetta al giorno…che ho già provato qui qui e qui. Ho apportato qualche piccola modifica (eliminando la frutta secca per la quale non ho una gran passione e aggiungendo le ciliegie) alla ricetta originale, per renderla più vicina ai nostri gusti e l’ho preparata insieme a mio figlio, un bel momento in famiglia….mentre il padre tentava di non finire risucchiato anche lui nel vortice delle “faccende casalinghe”.  Continue reading “Muffin integrali al miele e ciliegie”

Brioche all’acqua con (doppia) marmellata di fragole

Questo post nasce da una marmellata di fragole (e se quando avrete finito di leggere vorrete chiamare la neuro preoccupati per marito, figlio e famiglia in generale …. non ve ne vorrò :))))

Non ho mai fatto una marmellata di fragole, semplicemente perché non la amo….a me le marmellate piacciono non troppo dolci, non a caso amo tutte quelle di agrumi, o quella di visciole o amarene, pur essendo dolci hanno quel retrogusto di asprigno che fa passare in secondo piano il dolce eccessivo, inganna in qualche modo il mio palato….tutta quella serie di marmellate che normalmente sono quelle in pole position, in quanto a gradimento, nella personale classifica dei più…io di solito non le guardo proprio….però essendomi data alle marmellate quest’inverno mi sono detta che una volta dovevo provare, quindi quest’anno, dopo essermi procurata un buon chilo di fragole buone a km zero, mi sono messa all’opera ed ho prodotto la mia buona marmellata (sorvoliamo sul fatto che dal momento che non avevo limoni l’ho fatta con il succo di un’arancia superstite e questo errore ha reso la marmellata ancora più buona…..).

Comunque. Mentre preparavo la suddetta marmellata, e lei era li che sobbolliva sonnacchiosamente sul fuoco….mi capita tra le mani il tomo La Cucina Toscana di Giovanni Righi Parenti…e noto che il gentiluomo nella sua ricetta della marmellata di fragole, fa macerare la frutta nel vino ed ecco che mi sale impellente la necessità di provare anche quella….quindi via, la settimana dopo si riparte verso lo spacciatore di fragole a km zero per procacciarsi la materia prima necessaria…..

Mi trovavo quindi con due ricette di due marmellate di fragole che a mio avviso valeva la pena pubblicare, due modi diversi d’intendere la marmellata, due gusti diversi anche se per sfumature….mi è venuta l’idea di dedicare un post ad ambedue, in  modo che il lettore le avesse tutte a disposizione e potesse scegliere quale delle due provare (oppure perché no, tutte e due se anche voi avete uno spacciatore di fragole di fiducia :))))…ma a questo punto sorgeva un nuovo problema: non volevo pubblicare solo marmellata, non è nella linea editoriale del mio blog (che paroloni oggi eh…:)) e quindi cercavo qualcosa di “leggero” su cui poter spalmare queste marmellate, e mi è venuta in aiuto l’app di cui vi ho già parlato Piccole Ricette, e che ogni giorno mi manda sul cell una nuova ricetta, ricette di tutti i tipi che ho già avuto modo di testare…e quando proprio il giorno in cui questa idea mi faceva capolino nella mente mi è comparso sul cellulare la ricetta delle brioche all’acqua…ho pensato che fossero perfette!

Ed in effetti, la leggerezza di queste brioche piene di “senza” (sono senza burro, uova, latte ma ricche di gusto) si sposa perfettamente con la dolcezza della (anzi delle) marmellate di fragole, come potrebbero testimoniare i miei invitati a cena di un paio di sere fa….che se le sono letteralmente spazzolate 🙂 Continue reading “Brioche all’acqua con (doppia) marmellata di fragole”

Pane da colazione al miele e latticello

Questa ricetta è il risultato di una delle mie incursioni su Pinterest.

Ormai tutti voi che mi seguite (o almeno io spero che qualcuno mi segua e che non sia qui da sola a fare i monologhi come la ‘famosa’ particella di sodio) sapete che amo cucinare in generale, ma che la mia passione sono i lievitati….e quando si mette insieme Pinterest e una bella immagine di un lievitato – da colazione poi – non ho potuto resistere 🙂

La ricetta è presa da questo bellissimo blog: Restless Chipotle. Di mio non ho modificato nulla, per me è perfetta così:) Continue reading “Pane da colazione al miele e latticello”

Challah – Re-Cake 2.0 #10

Questo mese l’incipit non mi viene, non so quante volte ho scritto e riscritto queste prime righe, e purtroppo ogni volta cancellavo e riscrivevo, fino a che non ho deciso di essere me stessa e smettere di cercare di mettere quell’entusiasmo e quell’allegria che al momento purtroppo mi mancano. Lo so, non è l’incipit che uno si aspetterebbe per un post di recake, soprattutto da una delle ragazze dello staff, ma preferisco essere me stessa piuttosto che offrirvi delle parole vuote e false, e se poi qualcuno se ne avrà a male e si sentirà toccato dalla tristezza che permea le mie parole, pazienza…. Continue reading “Challah – Re-Cake 2.0 #10”

I “biscottini” di Natale di papà

Casa mia, sotto Natale, è sempre stata caratterizzata dalla produzione dei pangialli (qui la ricetta), la casa profumava di miele, arancia e limone e nella cottura gli olii essenziali della frutta secca sprigionavano i loro aromi, e diventava difficile resistere a quegli odori anche per chi, come me, non era attratto da quei sapori…ma c’era una cosa che riusciva a “lenire” l’agonia di quell’attesa, ed era la produzione, contestuale, dei “biscottini“, bisognava solo aspettare che si freddassero, e non che si assestassero (come accade per i pangialli)…

I “biscottini” sono, appunto, dei biscotti il cui impasto è fatto con lo stesso dei pangialli, ma che al loro interno hanno solo nocciole e vengono preparati praticamente come i cantucci o i tozzetti; il miele e l’assenza di zucchero però gli danno un sapore e una consistenza che li rendono il dolcetto ideale da essere consumato nei pomeriggi festivi, insieme a una tazza di te, o (perchè no) a un bicchierino di liquore 🙂 Continue reading “I “biscottini” di Natale di papà”

Un piatto per le Instamamme!

Quando Francesca mi ha contattata per chiedermi se mi interessasse festeggiare insieme a loro il secondo compleanno delle Instamamme mi sono sentita onorata. Ma chi sono le instamamme? E’ un gruppo di 8 mamme provenienti da zone diverse d’Italia che si sono incontrate su instagram, scambiandosi consigli ed esperienze, da mamme appunto; ad un certo punto il gruppo instagram per chiacchierare non bastava loro più e quindi sono migrate verso Facebook aprendo la fanpage e piano piano è nata l’idea del sito Instamamme.net, che proprio in questo mese compie due anni. Al momento il sito è molto grande, tratta vari argomenti dalla cucina, alle arts & craft, argomenti ovviamente legati alla maternità e alla paternità … insomma chi più ne ha più ne metta:D

Quando Francesca mi ha detto che l’iniziativa consisteva, per noi foodblogger, nella creazione di un piatto ideato pensando alle instamamme…mi è venuto naturale cercare di unire virtualmente le instamamme (lontane geograficamente) in un’unico piatto. Mi sono quindi messa all’opera e ho cercato in giro per la rete i prodotti tipici dei luoghi d’origine di ognuna delle instamamme, e tra i tanti ho scelto questi: pane di genzano, vino bianco dei castelli, olio extravergine di oliva, miele, peperone di voghera, gorgonzola, radicchio rosso, carne di maiale che combinati insieme hanno dato vita al mio piatto! Continue reading “Un piatto per le Instamamme!”

Pitta ccu ppassule – o pitta nchiusa –

 

Quando ero piccola a Natale molti doni arrivavano a casa mia, era un tripudio di cesti e scatole colorate dai grandi fiocchi, segno della gratitudine dei pazienti nei confronti del loro medico: mio padre. Ma quelli a me più graditi erano senz’altro i dolci fatti in casa, dolci della tradizione, che alle volte arrivavano da molto vicino, da quei parenti che frequentavo spesso e che per tradizioni e modi di vivere mi erano più vicini…ma altre volte erano dolci che arrivavano dai parenti che vivevano lontano da noi e che portavano con se gli odori e i sapori di una famiglia che nonostante avessi avuto modo di conoscere poco, era comunque la mia.

Questo dolce che vi presento oggi, mia madre la chiama pitta ccu ppassule, ma si conosce come pitta nchiusa, ed è un dolce tipico calabrese del periodo delle feste. Lo preparava mia nonna nel periodo prima di natale e mia mamma la guardava lavorare per ore, stendere la pasta sottile come una sfoglia, preparare il misto di frutta secca e aromi che serviva da ripieno e poi lavorare il dolce con le sue abili mani per dargli la caratteristica forma. Nonostante lei fosse quella che la stava a guardare, è mia zia che ha portato avanti la tradizione di famiglia, ed erano sue le pizze che arrivavano a casa nostra nel periodo natalizio…quest’anno ho voluto provare a realizzare la ricetta della zia…e mi sono dovuta arrabattare tra i ricordi di mia madre, i miei ricordi sensoriali e le ricette trovate in rete…alla fine, la ricetta migliore che ho trovato è stata quella del blog Trattoria da Martina (la cui ricetta originale trovate qui) che ho integrato con i miei ricordi e con quelli di mia madre… Continue reading “Pitta ccu ppassule – o pitta nchiusa –”