Grissini stirati homemade

Non sempre una ricetta ha una storia profonda o particolare alle spalle, alcune volte (come questa) è semplicemente frutto di una richiesta e di una curiosità che – finalmente – mi viene data la possibilità di soddisfare.

Questa ricetta, nella fattispecie, nasce dalla necessità di soddisfare la richiesta di mia sorella di preparare qualcosa di veloce e pratico da offrire durante un evento che sta organizzando per lavoro e la mia curiosità di provare a fare i grissini….nella mia ricerca della “ricetta perfetta” (chi mi conosce sa che sono un po’ “talebana” in merito alla questione) sono incappata in quella di Dissapore e complice il fatto che avevo anche un sacco di farina di semola rimacinata, ho deciso di testarla….ve la ripropongo uguale uguale (anche se riporto la ricetta per mia e vostra comodità) , vediamo se trovate il risultato ottimo come l’ho trovato io 🙂 Continue reading “Grissini stirati homemade”

Riso e patate di mia nonna per #MTC53

Riso, patate, olio e prezzemolo. Mia madre tagliava le patate in pezzetti piccoli piccoli, poi tritava il prezzemolo e aggiungeva acqua. Versava un filo d’olio e sale e a metà cottura aggiungeva il riso. Un procedimento molto semplice, gesti che ho imparato ad apprezzare ed amare, perchè per me sono i gesti del prendersi cura di chi si ama: il riso e patate di mia nonna era il piatto che mia madre ci faceva quando eravamo malate, ed ancora oggi è per me il comfort food per eccellenza. Se anche non lo faccio proprio quando sto male, lo faccio comunque quando ho bisogno di coccolarmi un pò, con un sapore che mi riporta a quando ero bambina e a quando mia madre era ancora mia madre….ma questa è un’altra storia, una storia con cui non voglio intristirvi. Continue reading “Riso e patate di mia nonna per #MTC53”

Crostata con marmellata fatta in casa – la ricetta di mia suocera

Quando ho conosciuto mio marito ed ho cominciato a frequentarne la casa non ero solita mangiare dolci home made (ci conosciamo e stiamo insieme da dieci anni, quindi non inorridite….la mia “passione” per i dolci sani fatti in casa è piuttosto recente), quindi quando quella che sarebbe diventata mia suocera mi ha messo davanti una mattina a colazione una crostata ancora tiepida, mi sono quasi commossa…e il sapore così diverso da quello delle crostate industriali (inorridite, inorridite) mi aveva completamente stregato.

Oggi la situazione è molto diversa, man mano che gli anni passavano ho assaggiato e preparato le frolle dei più grandi maestri pasticceri e le ho anche variate a mio gusto, comunque il sapore di quella pasta frolla mi è rimasta nel cuore, ed ogni tanto la preparo di nuovo per riassaporare il sapore di quei momenti lontani.

Per il ripieno, vista la stagione, ho approfittato di un pò di frutta fresca che avevo in casa (fichi bianchi e neri appena colti) ed ho fatto una marmellata veloce, senza molto zucchero dal momento che i fichi erano dolcissimi e che sapevo l’avrei consumata velocemente. Continue reading “Crostata con marmellata fatta in casa – la ricetta di mia suocera”

Pesto genovese

Il pesto alla genovese (anzi la vera denominazione è pesto genovese) è una salsa tipica della cucina genovese famosa in tutto il mondo. Il nome indica il metodo del procedimento con cui si realizza questa salsa, ovvero la pestatura delle foglie e degli altri ingredienti nel tradizionale murta’ (mortaio) di marmo servendosi del pestelli di legno.

Il pesto deriva probabilmente dalle agliate medioevali, che a loro volta, avevano sostituito il garum degli antichi romani, un onnipresente condimento a base di pesci macerati nel sale insieme ad erbe aromatiche. Tutte queste salse erano sempre accompagnate da agresto (succo di uva acerbo), da aceto, da succo d’arancia oppure da vino, erano cioè salse non unte, amalgamate senza ricorrere all’utilizzo di condimenti grassi, sia di origine animale (burro) che vegetale (olio di oliva). Continue reading “Pesto genovese”

Pitta ccu ppassule – o pitta nchiusa –

 

Quando ero piccola a Natale molti doni arrivavano a casa mia, era un tripudio di cesti e scatole colorate dai grandi fiocchi, segno della gratitudine dei pazienti nei confronti del loro medico: mio padre. Ma quelli a me più graditi erano senz’altro i dolci fatti in casa, dolci della tradizione, che alle volte arrivavano da molto vicino, da quei parenti che frequentavo spesso e che per tradizioni e modi di vivere mi erano più vicini…ma altre volte erano dolci che arrivavano dai parenti che vivevano lontano da noi e che portavano con se gli odori e i sapori di una famiglia che nonostante avessi avuto modo di conoscere poco, era comunque la mia.

Questo dolce che vi presento oggi, mia madre la chiama pitta ccu ppassule, ma si conosce come pitta nchiusa, ed è un dolce tipico calabrese del periodo delle feste. Lo preparava mia nonna nel periodo prima di natale e mia mamma la guardava lavorare per ore, stendere la pasta sottile come una sfoglia, preparare il misto di frutta secca e aromi che serviva da ripieno e poi lavorare il dolce con le sue abili mani per dargli la caratteristica forma. Nonostante lei fosse quella che la stava a guardare, è mia zia che ha portato avanti la tradizione di famiglia, ed erano sue le pizze che arrivavano a casa nostra nel periodo natalizio…quest’anno ho voluto provare a realizzare la ricetta della zia…e mi sono dovuta arrabattare tra i ricordi di mia madre, i miei ricordi sensoriali e le ricette trovate in rete…alla fine, la ricetta migliore che ho trovato è stata quella del blog Trattoria da Martina (la cui ricetta originale trovate qui) che ho integrato con i miei ricordi e con quelli di mia madre… Continue reading “Pitta ccu ppassule – o pitta nchiusa –”

Il ciambellone di Pierina

Questo non è davvero la ricetta del ciambellone di mia nonna, per varie vicissitudini che non starò qui ad elencare (anche perché vi annoierei a morte) non me lo ricordo (se mai l’ho mangiato) e non ne ho di sicuro la ricetta.

Si tratta comunque di una ricetta che ha il sapore dolce di appartenenza ad una casa, di una tazza di te presa accanto al focolare d’inverno, di una sedia sempre pronta ad accoglierti ed una nonna (che si chiama Pierina) sempre pronta ad ascoltarti 🙂 Continue reading “Il ciambellone di Pierina”